I pannelli fonoassorbenti sono disponibili in commercio con molte differenze per forma e per dimensioni, nonché per utilizzi. Abbiamo già analizzato le due versioni del pannello PU Skun 30, quella di dimensioni 30×30 e ignifugo e l’altra di 100×50 cm ma infiammabile (ossia non ignifugo).

tappeto fonoassorbente

In questa pagina presentiamo un pannello particolare: non è un vero e proprio pannello, quanto un tappeto fonoassorbente. E’ quindi molto meno spesso rispetto ad altri prodotti simili, pensati per un assorbimento più intenso, però ha dalla sua parte la forte versatilità, che consente quindi di adattarlo anche a situazioni per le quali altri pannelli fonoassorbenti non vanno bene.

 

Non è adatto quindi all’isolamento delle stanze, ma utile per assorbire il rumore che proviene da punti ben precisi o per silenziare alcuni elettrodomestici.

Tappeto Fonoassorbente PU Skun 30: caratteristiche tecniche

Le caratteristiche tecniche di questi pannelli fonoassorbenti sono le seguenti:

  • Tipologia: pannello fonoassorbente;
  • Struttura: pannello sottile pieghevole;
  • Dimensione del singolo pannello: 100×50 cm;
  • Spessore (max): 2 cm
  • Materiale: schiuma di poliuretano
  • Densità: 30 Kg/m3
  • Colore: Nero
  • Applicazione: qualunque superficie liscia
  • Classe di assorbimento: N/D
  • Ignifugo: no

Come utilizzare il pannello

Il pannello fonoassorbente prodotto da Hama ha una struttura molto simile a quella di un tappetino che si utilizza in palestra, per fare gli esercizi. Certo, non è così pieghevole nel senso che ha una certa rigidità, ma a differenza della maggior parte dei pannelli può essere modellato, a mano, per aderire perfettamente anche a superfici molto irregolari, o a spazi che sono particolarmente angusti.

Il pannello è di semplice utilizzo: nella parte posteriore c’è un grande foglio che copre la colla, perché il pannello è autoadesivo; una volta rimosso è sufficiente applicarlo sulla superficie che ci interessa isolare, e in pochi minuti l’applicazione è terminata.

Lo spessore del pannello, di massimo 2 centimetri, non è alto, e questo ci fa capire come l’assorbimento dei suoni non sia proprio il massimo, rispetto a pannelli molto più spessi che sono invece adatti a sale cinema, o a piccole stanze in cui si registra. Gli utilizzi più interessanti si possono quindi dividere in due categorie:

  • Il miglioramento dell’acustica in un punto ristretto: se abbiamo una scrivania con un microfono da cui registriamo, mettere questo pannelli (magari 3-4 pannelli insieme) intorno alla scrivania può aiutare a migliorare l’acustica;
  • L’assorbimento sonoro quando il rumore deriva da un unico punto, ed il rumore emesso non è eccessivo ma è costante. Degli esempi possono essere elettrodomestici come le lavatrici, le impastatrici, oppure le attrezzature per il pompaggio dell’acqua ai piani superiori, o comunque macchinari che lavorano in continuo, recando fastidio a chi si trova nella stanza.

Per questi due utilizzi, il pannello è molto utile perché nel complesso consente di migliorare molto la situazione e soprattutto è adattabile anche a spazi ristretti (pensiamo ad un piccolo ufficio o una camera da letto) o comunque in cui non ci può essere ingombro (elettrodomestici rumorosi sono di solito già chiusi in un mobiletto, o in una struttura adeguata).

Non è invece adatto nel caso in cui ci sia necessità di assorbire il suono in grandi ambienti, perché in questo caso bisogna necessariamente affidarsi a un prodotto più performante.

Valutazione

Se si intende acquistare questo pannello per isolare una stanza o un ambiente piuttosto grande si è scelto il prodotto sbagliato, e bisogna necessariamente affidarsi ad una soluzione di tipo diverso.

Se il nostro scopo, invece, è quello di isolare un ambiente piccolo, magari irregolare, sia per migliorarne l’acustica che per limitare i suoni provenienti da un punto ben preciso, allora questo pannello è probabilmente la scelta migliore, soprattutto per la sua capacità di adattamento alle diverse superfici.

Che siamo in una nicchia, in un sottoscala, in un ripostiglio o all’interno di un mobile, questo pannello fa il suo lavoro riducendo moltissimo il rumore in uscita dall’interno. Unica pecca, il fatto di non essere ignifugo, quindi non può essere usato a contatto con macchinari che emettono molto calore se ne è completamente circondato; a parte questo, però, si tratta probabilmente della miglior soluzione disponibile a meno che vogliamo contattare una ditta specializzata che possa fare, in questo senso, un (costoso) lavoro su misura per le nostre necessità.